EGO

So che la mia nascita è un caso, un incidente risibile, eppure, appena mi lascio andare, mi comporto come se fosse un evento capitale, indispensabile al funzionamento e all’equilibrio del mondo.
(EM Cioran)

ego

Qualche vita fa bazzicavo di chimica e lì si usava spesso il metodo delle cartine al tornasole per valutare il grado di acidità/alcalinità (altrimenti detto ph) di una soluzione.

Reminescenze di qualche vita fà.

Ma in questi ultimi giorni ho saggiato con una cartina al tornasole il grado di evoluzione della mia anima, del mio centro. Non sempre si ha l’opportunità di farlo nella vita, così ci si aggrappa spesso ad una presunta evoluzione sperando non venga smentita dai fatti che seguono.

Invece ultimamente ho scelto di rimettermi in uno dei vecchi e pericolosi contesti lavorativi, anche per vedere cosa sarebbe successo…

Ed ho capito che qualche passettino, seppur piccolo, alla fine l’ho fatto. L’ho capito quando mi sono resa conto di riuscire, seppur sforzandomi, a non guardare alle cose sotto la lente del mio vissuto e delle mie paure. Arrivando quasi presuntuosamente a prevedere gli sviluppi futuri di situazioni note come già vissute.

Le realtà, le relazioni umane, gli eventi sono tanti e vari. Il nostro EGO cerca di proteggerci e ci riempie la testa di sovrastrutture che ci impediscono di affacciarci alle cose con freschezza, senza ansie ma con l’oggettiva e distaccata lettura dei fatti.

Una volta questo mi era impossibile. Ogni evento finiva per riportarsi a me o, ahimè, spesso contro di me. Oggi invece so che posso scegliere. Che posso decidere di offrire quanto sono ed ho, oppure non farlo. E sono consapevole dei limiti di cui sono dotata come essere umano.

Decido quindi di stabilire i limiti del gioco. Posso accettare situazioni che mi danno benefici e rifiutare quelle che mi creano disagio.

L’evoluzione avvenuta stà nell’aver capito che non ho più niente da dimostrare a nessuno. Nè a me, nè a nessun altro. E questa è una grandissima evoluzione. La vera emancipazione della coscienza. Prescindere dal giudizio altrui e scegliere.

Cosa può esserci di più formidabile?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...