Archivi tag: libertà

Le cose che ho capito

I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perché.
(Mark Twain)

aaaaa

Accetto di aver capito molte delle cose importanti di me stessa e della vita.

Mi chiedo che punto é questo, esattamente ? Ci sono persone che raggiungono questo traguardo dopo aver speso la maggior parte del «loro » tempo ed altre, più fortunate, che ci arrivano molto presto, perché hanno la fortuna di provenire da famiglie liberali, aperte ed illuminate.

Io ci sono arrivata ora, e questo importa.

Si cammina in un sentiero la cui lunghezza e bellezza non ci é dato di conoscere. Man mano che si avanza l’emozione della scoperta riempie ogni angolo del nostro animo. Dalle piccole cose, via via alle esperienze piu totalizzanti ed, auspicabilmente , costruttive della vita. A volte si inciampa, o si sceglie di fermarsi ed attendere, o non attendere e semplicemente godersi la pausa ; o si corre e si cerca di superare il « qui ed ora », bramosi del « là e domani ».

Ed i confini del nostro sentiero sono spesso definiti da quanto di pre-fabbricato ci é stato costruito attorno, ma piu spesso da quello a cui abbiamo scelto di credere.

Io ho camminato per un po’ nel « vicolo stretto »,cccccccc

fingendo di starci comoda, ma poi ho scelto di allargare quanto più possibile i confini di questo sentiero, dandomi tante possibilità e, con esse, tante vite diverse. Ho rinunciato al conforto dell’abitudinario , del sicuro, per sperimentare e crescere nell’esperienza. E mi sono dotata di tutti gli strumenti che potessero aiutarmi a questo scopo : parlare altre lingue, coltivare la curiosità del nuovo e l’inquietudine, dopo una pausa che si é fatta troppo lunga, che mi dà la forza di tendere la gamba e fare il primo passo per l’altrove.

E poi ho capito che le persone che ci accompagnano sul sentiero, vanno scelte. Anche li : massima libertà!

Ho capito che, anche se alla nascita ognuno di noi viene calato in un contesto famigliare coatto, con l’età adulta si puo godere della scelta delle persone che ci « possono » stare vicine. Ed avere altre sorelle e fratelli, cugini, zii e nonni. Diversi perché li scegliamo, amandoli comunque come parte di noi stessi. Perché con la stessa scelta di libertà, possiamo allontanare chi non aggiunge nulla, ma a volte toglie alla nostra vita. Col giudizio, l’invadenza , l’ignoranza, la stupidità, la mediocrità o semplicemente valori e codici diversi dai nostri.

Amando anche la solitudine ed il silenzio, come la migliore medicina per risanare ansie, paure e per recuperare energie.

E che dentro di noi , dentro ognuno di noi esiste un piccolo nucleo,

nuclfatto di un’essenza speciale ed assolutamente unica : le nostre eccellenze, le passioni , i pensieri belli e brutti che ci corrispondono più intimamente . Occorre avere il coraggio di accettare questo nucleo ; e conoscerlo ; ed amarlo nella sua unicità . Perché il grande valore di questo nocciolo é dato dal fatto che non vuole giudizio, che prescinde dagli altri e dalle loro regole, prescinde dalle condizioni oggettive in cui siamo immersi per scelta nostra o altrui.

Ed ho capito che lo scopo di ognuno di noi é quello di estendere questo nucleo. Come un big bang! Costruire la vita intorno “a nostra imagine e somiglianza”. Circondarci di cose che raccontino di noi. Scegliere il luogo dove tornare, che sia in piena risonanza con il nostro essere . Amare, riamati le persone che sappiano leggerci e che amiamo leggere, senza sforzo e solo per il desiderio di farlo .

Quando si arriva a questa consapevolezza, si ha un buon punto di partenza.

Il passo successivo é poi capire la direzione in cui andare. Spesso lasciarsi portare dal flusso, senza necessariamente fare qualcosa. O, come mi piace spesso dire, prendendo noi stessi, quasi con la forza e portandoci lontani da situazioni che ci fanno male. Ma sempre preservandoci, come si farebbe col figlio più amato.

Tutto molto semplice. Il resto: le difficoltà che affrontiamo, le persone che ci condizionano, le paure che ci tengono svegli, le costruiamo noi e ci zavorrano impedendoci di essere veramente chi siamo .

Invece, quando viviamo perseguendo queste verità : le persone arrivano, i desideri si realizzano, le occasioni non mancano e, credo, nemmeno la malattia ci tocca.

Ne ho fatto il mio mantra e la mia vita racconta di questo.

Annunci

Il valore della libertà

Se sei libero sei tu che crei il mondo;

se non sei libero il mondo crea te!
(Efim Tarlapan)

giovani

Molto spesso capita che diamo per scontati alcuni valori che ci accorgiamo  essere imprescindibili quando accadono tragedie, come questa ultima di Parigi, che come tantissime tragedie che insanguinano il mondo, ci colpiscono nel profondo.

La nostra “normalità” improvvisamente potrebbe esser messa in discussione. Il fato non è più solo affidato ad un destino, ma ad un gruppo di estremisti, lontani da qualsiasi dio, che si nascondono dietro una superficiale interpretazione di libri sacri, per sperimentare l’ebbrezza schizofrenica di poter determinare della vita di un giovane che non ha niente di diverso dalla mano di chi l’uccide, se non il senso ed il rispetto della vita.

Massificare, educare, indirizzare, soggiogare il mondo , stringendolo in una stretta rete di insensate regole definite da altri uomini. Questo è ritenuto giusto e, forse, auspicabile da questi estremisti.

Come al tempo dell’inquisizione cattolica erano ritenute sante altre regole insensate e sanguinarie che avevano il solo scopo di soggiogare la volontà e l’anelito di vita del mondo.

In un mondo dove ci sono correnti che spingono verso la massificazione religiosa, insieme ad altre che inducono quella dei consumi, delle idee, delle conoscenze e delle ignoranze, delle opere e delle omissioni, riprendiamoci la libertà in ogni aspetto. E la libertà più grande e vera è quella di essere veramente e profondamente se stessi. O, quanto meno, porsi delle domande. Al di là, per quanto possibile, di ogni condizionamento… proviamoci, per meritarci davvero la più vera, profonda ed onesta libertà!